Cultura Crea Plus, contributi a copertura delle spese per progetti culturali
Cultura
SCADENZA
31
Dicembre
2021
Italia

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono presentare domanda di agevolazione i soggetti rientranti nelle rispettive azioni del PON Cultura e Sviluppo 2014-2020 come di seguito indicato:

  • azione 3.a.1.a, interventi di supporto alla nascita di nuove imprese sia attraverso incentivi diretti, sia attraverso l’offerta di servizi, sia attraverso gli interventi di micro-finanza
  • azione 3.b.1.a, supporto allo sviluppo di prodotti e servizi complementari alla valorizzazione di identificati attrattori culturali e naturali del territorio, anche attraverso l’integrazione tra imprese delle filiere culturali, turistiche, creative e dello spettacolo, e delle filiere dei prodotti tradizionali tipici;
  • azione 3.c.1.a, sostegno all’avvio e rafforzamento di attività imprenditoriali che producono effetti socialmente desiderabili e beni pubblici non prodotti dal mercato.

REQUISITI

Le imprese ed i soggetti di Terzo Settore che presentano domanda devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere attive alla data del 1° gennaio 2020;
  • svolgere al 31 dicembre 2020 regolarmente attività economica rientrante nell’elenco dei codici Ateco ammessi;
  • essere regolarmente costituite in forma societaria ed iscritte nel Registro delle imprese, per le forme giuridiche per le quali sono previsti tali adempimenti;
  • essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti civili, non essere in liquidazione volontaria e non essere sottoposte a procedure concorsuali;
  • non rientrare tra le imprese che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, gli aiuti individuati quali illegali o incompatibili dalla Commissione europea;
  • trovarsi in regola con le disposizioni vigenti in materia di normativa edilizia ed urbanistica, del lavoro, della prevenzione degli infortuni e della salvaguardia dell’ambiente ed essere in regola con gli obblighi contributivi;
  • aver restituito agevolazioni godute per le quali è stato disposto dal Ministero un ordine di recupero;
  • non trovarsi in condizioni tali da risultare impresa in difficoltà così come individuata nel Regolamento GBER;
  • avere unità locale in una delle Regioni ed essere regolarmente registrata presso la competente CCIAA; le imprese costituite da più di 36 mesi ed i soggetti del terzo settore devono avere unità locale nei Comuni indicati dal bando;
  • abbiano subito un impatto negativo sul fatturato documentato da apposita dichiarazione sostitutiva di atto notorio.

I requisiti di accesso dei soggetti proponenti devono essere posseduti al momento della presentazione della domanda, pena la decadenza.

Per soggetti attivi si intendono i soggetti costituiti alla data del 1° gennaio 2020.

COSTI E SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili alle agevolazioni di cui all’articolo 4 le spese di capitale circolante, al netto dell’IVA, sostenute successivamente al 23 luglio 2020 e rendicontati entro 180 giorni dalla data di sottoscrizione del provvedimento di concessione alle agevolazioni, concernenti le seguenti voci di capitale circolante:

  • materie prime, materiali di consumo, semilavorati e prodotti finiti utilizzati nel ciclo produttivo caratteristico dell’impresa;
  • utenze fornite su immobili, strumentali allo svolgimento dell’attività siti nelle aree agevolabili;
  • canoni di locazione relativi ad immobili destinati allo svolgimento dell’attività siti nelle aree agevolabili;
  • prestazioni di servizi e prestazioni professionali connesse all’attività produttiva del soggetto beneficiario;
  • costo del lavoro dipendente, con esclusione dei contratti di tirocinio e stage, che non benefici di alcun’altra agevolazione, anche indiretta, o a percezione successiva, dedicato all’attività presso l’unità locale destinataria dell’aiuto post emergenza sanitaria Covid-19. Il costo del lavoro è determinato sulla base del costo aziendale annuo complessivo per risorsa e delle ore di lavoro;
  • spese per garanzie fornite da una banca, da una società di assicurazione o da altri istituti finanziari, per esigenze connesse alle attività dell’impresa;
  • spese per l''apertura del conto corrente bancario dedicato alle spese richieste.

Ai fini dell’ammissibilità delle spese farà fede la data della fattura, mentre per il costo del lavoro la data dei cedolini del periodo.

Non sono ammesse spese di capitale circolante acquistate da fornitori con cui intercorrano rapporti di controllo o collegamento societario ai sensi dell’articolo 2359 del Codice Civile o per via indiretta (attraverso coniugi, parenti, affini e familiari conviventi), o nella cui compagine siano presenti, anche per via indiretta, soci o titolari di cariche nel soggetto beneficiario.

AGEVOLAZIONI CONCEDIBILI

Le agevolazioni sono concesse nella forma di contributo a fondo perduto nella misura del 100% delle spese ammissibili e per un valore massimo di 25.000,00 euro.

La dotazione finanziaria complessivamente assegnata, sulla base della decisione di modifica del “PON Cultura e Sviluppo 2014-2020”, adottata dalla Commissione UE in data 7 agosto 2020, è pari a 30 milioni di euro.

Termini e modalità di presentazione delle istanze

TERMINI E MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELLE ISTANZE

Le agevolazioni sono concesse sulla base di una procedura valutativa con procedimento a sportello, la valutazione dei progetti proposti verrà effettuata secondo l’ordine cronologico di presentazione. Lo sportello sarà aperto a partire dalle ore 12.00 del 19 aprile 2021 fino ad esaurimento fondi. 

RICHIEDI UN PREVENTIVO PERSONALIZZATO
Compila il modulo in tutte le sue parti:
(I tuoi dati sono utilizzati nel rispetto delle attuali normative in tema di Privacy. Trovi l'informativa completa cliccando qui!)
ACCONSENTI AL TRATTAMENTO DEI DATI
Ricerca Bandi
Cambia Regione:

SOCIAL

NEWSLETTER
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti:

Regione:
Bandi Sport e Cultura © 2021
G.Z. Sport Consulting - P.IVA: 04009250236

Cookie Privacy